Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Sondaggio di autovalutazione a.s. 2017/18 - Esiti

Nella seconda metà dell’anno scolastico 2017/2018 è stata condotta un’indagine statistica finalizzata a reperire informazioni utili per l’autovalutazione di Istituto, per meglio individuare i punti di forza, da valorizzare, e i punti di debolezza, da potenziare.
L’indagine si è articolata in varie sezioni: una rivolta ai genitori, una alle componenti scolastiche (personale docente e personale ATA), una agli alunni della secondaria e agli alunni delle classi IV e V della scuola primaria.
Il sondaggio rivolto ai genitori è stato somministrato in forma cartacea ed anonima. Quello rivolto al personale ed agli alunni è stato svolto on line utilizzando GOOGLE MODULI, un sistema facile e veloce che consente di inserire i risultati ottenuti automaticamente in un database, consultabile anche online. Il sistema consente di creare i grafici che rappresentano la globalità delle risposte.
I punti di debolezza individuati saranno oggetto di analisi e costituiranno la base di partenza per le aree d’intervento future, volte a ottimizzare l'impiego delle risorse professionali e strutturali disponibili e ad incrementare il coinvolgimento degli operatori della Scuola e degli studenti per una migliore rispondenza alle esigenze del contesto sociale e produttivo.
Di seguito si riporta un resoconto riassuntivo di quanto emerso dalla tabulazione dei dati raccolti.
Autovalutazione 2017/18
 

Esiti del sondaggio per componenti

COMPONENTE GENITORI
 L’indagine è stata condotta su un totale di 560 genitori di cui il 20 % appartenenti alla scuola dell’infanzia, il 54,6 % alla primaria e il 25,4% alla secondaria.
Sono stati giudicati nel complesso positivi aspetti quali la funzionalità degli spazi comuni e dei laboratori, le attrezzature e gli strumenti didattici nonché il livello delle misure di sicurezza adottate.
Il 73 % dei genitori ritiene efficaci le modalità utilizzate dalla scuola per comunicare le informazioni alle famiglie ma alcuni hanno suggerito di aggiornare in maniera più costante il sito istituzionale ed evitare di diffondere informazioni attraverso i rappresentanti di classe.
Circa il 90% dei genitori ritiene che la scuola tiene informate le famiglie sui progressi e sui problemi scolastici degli studenti e fornisce adeguatamente informazioni su criteri, metodi, tempi e strumenti di valutazione.
Il 70% dei genitori ritiene che gli uffici di segreteria funzionino complessivamente bene (relativamente ad orari di apertura, disponibilità del personale nel fornire informazioni, efficienza nel disbrigo delle pratiche burocratiche). Tuttavia alcuni genitori, in particolare del plesso Gramsci, hanno manifestato la propria difficoltà a recarsi in centrale anche per semplici pratiche chiedendo la possibilità che alcune di queste possano essere esplicate nel plesso di appartenenza.
L’88% dei genitori ritiene che la partecipazione a visite guidate, viaggi di istruzione, spettacoli, eventi e manifestazioni organizzate dalla scuola sia funzionale ai processi di insegnamento-apprendimento.
In merito alle attività di recupero emerge una maggiore soddisfazione dei genitori della primaria rispetto a quelli della secondaria che auspicherebbero ad incrementare tali attività ritenute non adeguate.
Il 30% dei genitori gradirebbe un maggiore coinvolgimento personale nelle attività scolastiche dei propri figli sebbene l’80% dichiari di avere un’adeguata percezione della realtà della scuola attraverso le figure dei rappresentanti di classe.
Il 90 % ritiene che gli incontri scuola-famiglia si svolgano in un clima di disponibilità e collaborazione ma alcuni di essi hanno suggerito di aumentare la durata dei colloqui pomeridiani docenti/genitori.
 Il 75 % dei genitori dichiara di avere con facilità incontri con il Dirigente scolastico. Il rimanente 25% gradirebbe una maggiore presenza del Dirigente scolastico nei vari plessi, sempre per ovviare alle difficoltà di recarsi in Centrale.
La quasi totalità dei genitori si dichiara nel complesso soddisfatto della formazione didattica educativa offerta ai propri figli.

Tra gli aspetti negativi emergono:

  • pulizia dei locali ed in particolare dei servizi igienici
  • problematica della mensa
  • attivazione dei progetti extracurricolari alla fine dell’anno scolastico
  • programmi didattici non sempre ultimati
  • maggiore pulizia aree esterne plesso Gramsci
  • relativamente alla scuola dell’infanzia, alcuni genitori lamentano di doversi recare a scuola per cambiare i propri figli quando non riescono a trattenere i bisogni fisiologici.

Suggerimenti:

  • interventi strutturali alle palestre per evitare allagamenti e migliorarne le attrezzature
  • fornire i plessi di distributori di bibite e snack
  • per il plesso Gramsci sarebbe opportuno che i bambini della primaria non fossero costretti ad attraversare la strada più volte per raggiungere i pullman per le uscite didattiche, soprattutto avendo a disposizione un ampio parcheggio.
  • Attivare progetti di recupero
  • Attivare corsi Trinity
  • Migliorare la vivibilità delle aule: le finestre sono sprovviste di tende e gli infissi sono inadeguati (infiltrazioni di acqua piovana, impossibilità di aprirle)

 
 
COMPONENTE STUDENTI
 Hanno partecipato al sondaggio tutti gli allievi della scuola secondaria di I grado (57%) e gli alunni delle classi IV e V della scuola primaria (43%) per un campione totale di 357 allievi.
Dati positivi emergono in relazione al rapporto docenti/alunni.
L’85% degli allievi ritiene che i docenti spieghino in modo abbastanza chiaro e comprensibile.
Il 57 % dichiara di avere un rapporto collaborativo con tutti i docenti; il 28% ha un rapporto collaborativo solo con alcuni docenti.
Il 90 % dichiara che gli insegnanti sono disponibili a fornire ulteriori chiarimenti e spiegazioni.
Solo l’8% degli studenti ritiene che i propri insegnanti siano poco attenti ai loro problemi.
In merito al rapporto tra coetanei il 60 % ha un rapporto amichevole e collaborativo con tutti, il 30 % solo con alcuni, e il rimanente 10% dichiara di avere difficoltà relazionali coi compagni.
Il 27 % dichiara di essere preso in giro dai compagni. Circa la metà dichiara di aver assistito a episodi di prepotenza (spinte, calci, minacce, parolacce)
Il 70 % ritiene che la sua classe sia rispettosa nei confronti degli insegnanti, il 20% molto rispettosa con alcuni e poco con altri, il 12% ritiene sia poco rispettosa.
L’80 % viene volentieri a scuola e ritiene che i compiti assegnati per casa dagli insegnanti siano giusti.
La metà degli allievi ritiene che studiare sia utile anche se faticoso, il 43% che sia utile e, a volte, anche piacevole. Solo una piccola percentuale ritiene lo studio poco utile.
Il 20% degli allievi non partecipa ai progetti pomeridiani mentre, tra quelli che partecipano, più della metà lo fa volentieri.
L’80% dichiara che i docenti forniscono informazioni sui criteri di valutazione delle prove scritte e/o delle interrogazioni.
L’87% è informato sul regolamento scolastico e ritiene adeguate le attività di orientamento e continuità messe a disposizione dall’Istituto per la scelta del successivo indirizzo di studio.
Circa la metà ritiene poco equilibrata la distribuzione delle varie materie nell'orario settimanale della classe.
Circa l’80% ritiene adeguate le misure di sicurezza attivate dalla scuola (estintori, porte anti-panico, prove di evacuazione), giudica accoglienti gli spazi della scuola ed adeguati gli strumenti presenti in aula (libri, giochi, modellini, LIM ecc.).
Purtroppo il 16 % ritiene scarso il livello di pulizia delle aule e ben il 30 % anche quello dei servizi igienici mentre un  altro 30 % li ritiene entrambi appena sufficienti.
Purtroppo il 30% dichiara di non rispettare sempre gli spazi e le attrezzature della scuola.
Al 57% degli allievi piacerebbe svolgere più attività di laboratorio mentre un 18% sarebbe disposto a partecipare a concorsi e competizioni.

Suggerimenti:

  • Adottare provvedimenti più seri nei confronti dei ragazzi poco rispettosi verso i professori o che infrangono spesso il regolamento di Istituto.
  • Migliorare la pulizia delle aule e dei servizi igienici
  • Potenziare le attrezzature delle palestre (es. rete di pallavolo, canestri) e ristrutturarle in modo da evitare infiltrazioni ed allagamenti
  • Migliorare la funzionalità degli infissi delle aule
  • Migliorare la funzionalità delle LIM
  • Attivare più laboratori e corsi di recupero
  • Sostituire gli arredi usurati ( sedie, banchi ecc.)
  • Disporre i plessi di distributori di bibite e snack

 
 COMPONENTE DOCENTI
 Il primo dato che emerge è che solo il 50 % dei docenti ha partecipato al sondaggio; pertanto l’indagine è stata svolta su un campione di 60 docenti.
Il 43% dei docenti è solo parzialmente soddisfatto della tempestività e dell’efficacia del sistema adottato per la divulgazione di materiali, per l'informazione e la comunicazione sui progetti sebbene il 40 % si dichiari soddisfatto della funzionalità del sito web.
Il 38% dei docenti non è soddisfatto della funzionalità della segreteria in merito al supporto didattico mentre il 35 % è parzialmente soddisfatto.
Più della metà dei docenti è soddisfatto degli incontri scuola-famiglia e dell’organizzazione dell’orario settimanale.
Solo il 22% dei docenti si dichiara soddisfatto dell’organizzazione e della gestione dei progetti ad ampliamento dell’offerta formativa.
Circa la metà dei docenti è parzialmente soddisfatto dell’efficacia degli organi collegiali e delle riunioni (dipartimenti, programmazioni ecc.).
Il 70 % non è soddisfatto dell’adeguatezza delle postazioni informatiche e dei mezzi di supporto alla didattica (fotocopiatrice, stampanti, LIM ecc.) mentre il 52% non ritiene soddisfacenti le condizioni ambientali e di sicurezza dell'Istituto (igiene, ordine, ampiezza degli spazi, arredi ecc.) e la funzionalità dei laboratori.
Il 60% si dichiara parzialmente soddisfatto delle attività di formazione e di aggiornamento pianificate.
Solo il 23 % dei docenti dichiara di non avere facilità nell’incontrare e nel comunicare con il Dirigente Scolastico.
La maggioranza dei docenti è soddisfatto del grado di collaborazione con i colleghi nei Consigli di classe, interclasse e di intersezione e con i collaboratori scolastici. Minore soddisfazione emerge nei confronti del personale tecnico amministrativo.
Solo il 28 % è soddisfatto del dialogo con le realtà presenti nel territorio (Comune, ASL, Associazioni culturali e ricreative, Chiesa ecc.).

Suggerimenti:

  • accrescere la sinergia tra tutte le componenti dell'Istituto
  • migliorare la comunicazione
  • conoscere i ruoli e le competenze del personale di segreteria per meglio indirizzare le richieste dei docenti ed ottimizzare i tempi
  • fornire sufficiente materiale di facile consumo ai vari ordini di scuola con particolare cura per la Scuola dell'Infanzia
  • maggiore pulizia dei locali scolastici

 
COMPONENTE ATA
 Il primo dato che emerge è che solo 5 collaboratori su un totale di 23 hanno partecipato al sondaggio; pertanto l’indagine non si può ritenere statisticamente significativa.
In ogni caso dall’analisi dei risultati emerge quanto segue:
Tre collaboratori su cinque sono parzialmente soddisfatti dell’efficienza dell'Istituto dal punto di vista organizzativo e si dichiarano soddisfatti della turnazione settimanale.
Relativamente all’efficacia del modo di divulgare le comunicazioni il 40 % si dichiara non soddisfatto, il 40% parzialmente soddisfatto, il 20% pienamente soddisfatto.
Il 60 % è poco soddisfatto della pulizia dei locali e dei servizi.
Scarsa soddisfazione emerge in merito alle attrezzature e alle strumentazioni (mezzi e materiali in dotazione sufficienti ed idonei allo svolgimento degli incarichi), alle dotazioni per la sicurezza e l'emergenza.
Solo il 40% (2 su 5) si dichiara soddisfatto dello spirito di gruppo e del clima collaborativo tra il personale dei diversi profili.
Opinioni del tutto contrastanti emergono in merito alla:
•         pianificazione con i colleghi dell'organizzazione quotidiana del lavoro
•         strutturazione del proprio orario di servizio in funzione dei compiti assegnati ed alle esigenze della scuola
•         definizione adeguata delle varie funzioni e delle relative responsabilità in base alle esperienze e competenze possedute
•         adeguato riconoscimento nello svolgimento delle mansioni e delle attività aggiuntive
•         funzionalità dei locali allo svolgimento delle attività
Su tali aspetti sarà necessario indubbiamente intervenire.
 
 

Sito realizzato da Carlo D'Ago sulla base del modello distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.59 del 25/04/2018 agg.05/10/2018